Get Adobe Flash player

postheadericon Ultime notizie

postheadericon I più letti

postheadericon 5a Domenica di Quaresima

5° DOMENICA DI QUARESIMA

13 marzo 2016.

“Va’ in pace!”

Letture: Isaia 43, 16-21                         Filippesi 3, 8-14                                Giovanni, 8, 1-11

 

0. La liturgia di questa domenica continua il messaggio di domenica scorsa: ricordi? Il nostro Dio è un Dio misericordioso, non a parole, ma nei fatti, nelle braccia aperte all’accoglienza di chi torna a Lui con il cuore pentito. “Commosso gli corse incontro e lo baciò!” e in questo tempo di quaresima siamo invitati a fissare il nostro sguardo sul Crocifisso, sul nostro Dio che ci dona tutto se stesso pur di riaverci felici e riconciliati.

Io non voglio la morte del peccatore, ma che si converta e viva !” Ancora una volta Dio si dichiara a favore della vita dei suoi figli, anche quando la loro insensatezza può averli esclusi da ogni umana considerazione.

Vorrei invitarti ad una verifica del cammino fatto o non fatto in questo mese di quaresima con alcune domande concrete, cui puoi rispondere nel silenzio del tuo cuore:

  • Hai preso coscienza di vivere un periodo ‘forte’ della vita cristiana, quale è appunto la quaresima?  Un tempo di grazia per riscoprire ogni anno il dono centrale della nostra fede che è la Pasqua del Signore, cioè il suo amore per te, la sua fedeltà che non viene mai meno.
  • Hai preso un impegno per viverlo bene? Lo ricordi? Sei rimasto fedele?
  • La tua preghiera è più generosa e perseverante? Sei più raccolto/a?
  • Hai saputo togliere dalla tua vita qualcosa di superfluo? Hai saputo fare meglio il tuo dovere di studio o di lavoro?
  • Hai saputo trovare il tempo per vivere un ritiro per prepararti meglio alla Pasqua?

 

Leggi tutto...

 

postheadericon Messaggio del Papa per la Quaresima

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE
FRANCESCO
PER LA QUARESIMA 2016

 

"Misericordia io voglio e non sacrifici" (Mt 9,13).
Le opere di misericordia nel cammino giubilare

 

1. Maria, icona di una Chiesa che evangelizza perché evangelizzata

Nella Bolla d’indizione del Giubileo ho rivolto l’invito affinché «la Quaresima di quest’anno giubilare sia vissuta più intensamente come momento forte per celebrare e sperimentare la misericordia di Dio» (Misericordiae Vultus, 17). Con il richiamo all’ascolto della Parola di Dio ed all’iniziativa «24 ore per il Signore» ho voluto sottolineare il primato dell’ascolto orante della Parola, in specie quella profetica. La misericordia di Dio è infatti un annuncio al mondo: ma di tale annuncio ogni cristiano è chiamato a fare esperienza in prima persona. E’ per questo che nel tempo della Quaresima invierò i Missionari della Misericordia perché siano per tutti un segno concreto della vicinanza e del perdono di Dio.

Per aver accolto la Buona Notizia a lei rivolta dall’arcangelo Gabriele, Maria, nel Magnificat, canta profeticamente la misericordia con cui Dio l’ha prescelta. La Vergine di Nazaret, promessa sposa di Giuseppe, diventa così l’icona perfetta della Chiesa che evangelizza perché è stata ed è continuamente evangelizzata per opera dello Spirito Santo, che ha fecondato il suo grembo verginale. Nella tradizione profetica, la misericordia ha infatti strettamente a che fare, già a livello etimologico, proprio con le viscere materne (rahamim) e anche con una bontà generosa, fedele e compassionevole (hesed), che si esercita all’interno delle relazioni coniugali e parentali.

2. L’alleanza di Dio con gli uomini: una storia di misericordia

Leggi tutto...

 

postheadericon L'Angolo di Don Gianni

Rebaudengo, 10 Marzo 2016

 

Ultima chiamata per il RITIRO DI QUARESIMA
domenica 13 marzo dalle ore 9.00 alle 13.15 con questo programma
* ore 9.00      preghiera
commento alla parabola del Padre misericordioso 
silenzio e riflessione
ore 11.00     possibilità di confessioni
ore 12.30       Eucaristia   
E' necessario iscriversi e tu iscriviti subito!!!
 

Quaresima è anche tempo di carità: ogni giorno ci sono situazioni di sofferenza e di disperazione a causa di tanta povertà materiale, morale e spirituale.
Io ho promesso di concentrare i miei sforzi e le mie richieste sui ragazzi poveri del Madagascar, ma so che ci sono mille altre richieste. Sono stato e ho visto cosa fanno i salesiani per questi ragazzi per i quali bisogna pagare tutto, perchè non hanno niente: libri, insegnanti, vitto e per molti anche il posto per la notte. "Quello che avrete fatto al più piccolo dei miei fratelli lo avrete fatto a me", dice Gesù.
Buon cammino quaresimale e sappi che ti ricordo ogni giorno al Signore. E' poco, ma è tutto quello che posso fare per te.
Ti chiedo la cortesia di leggere con attenzione quanto ho scritto a commento del Vangelo di questa domenica. Mi pare essenziale, per questo oso insistere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
don gianni

NOVITA'  IN PRIMA ASSOLUTA
PELLEGRINAGGIO A PIEDI A ROMA PER IL GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

Ho tardato a darne notizia perchè non avevo il pulmino di appoggio. Adesso che ho ricevuto questo bel regalo (il pulmino), apro le iscrizioni per questo pellegrinaggio di 150 Km circa a piedi verso Roma. I dettagli in seguito (aspetto gente che mi dia una mano per cercare i posti per il pernottamento lungo la via Francigena).
Il pellegrinaggio si farà nell'ultima decina di giorni di agosto! Sarà un'esperienza splendida: camminare, pregare, fare silenzio, incontrare tanta gente, far camminare il cuore, .... 
Costi? tutto verrà diviso tra i partecipanti, scegliendo ovviamente uno stile sobrio e con poche comodità.
Tutti possono partecipare: chi può fare i 25 Km a piedi al giorno bene; chi può farne meno, ... 
L'importante è FAR CAMMINARE IL CUORE!
AUGURI a tutti!
don gianni

 

 

Attachments:
Download this file (CONTO BONIFICO.doc)Conto Bonifico[ ]

Ultimo aggiornamento (Giovedì 10 Marzo 2016 12:20)

 

postheadericon Giubileo della Misericordia

SANTA MESSA E APERTURA DELLA PORTA SANTA - OMELIA DEL SANTO PADRE FRANCESCO - Piazza San Pietro - Martedì, 8 dicembre 2015 - Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Tra poco avrò la gioia di aprire la Porta Santa della Misericordia. Compiamo questo gesto - come ho fatto a Bangui - tanto semplice quanto fortemente simbolico, alla luce della Parola di Dio che abbiamo ascoltato, e che pone in primo piano il primato della grazia. Ciò che ritorna più volte in queste Letture, infatti, rimanda a quell’espressione che l’angelo Gabriele rivolse a una giovane ragazza, sorpresa e turbata, indicando il mistero che l’avrebbe avvolta: «Rallegrati, piena di grazia» (Lc 1,28).

La Vergine Maria è chiamata anzitutto a gioire per quanto il Signore ha compiuto in lei. La grazia di Dio l’ha avvolta, rendendola degna di diventare madre di Cristo. Quando Gabriele entra nella sua casa, anche il mistero più profondo, che va oltre ogni capacità della ragione, diventa per lei motivo di gioia, motivo di fede, motivo di abbandono alla parola che le viene rivelata. La pienezza della grazia è in grado di trasformare il cuore, e lo rende capace di compiere un atto talmente grande da cambiare la storia dell’umanità.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 10 Dicembre 2015 17:29)

Leggi tutto...